INDICE
DANTE ALIGHIERI
(Firenze, 1265 Ravenna, 1321)

PREMESSA

GUIDA

INDICE
DEL TESTO

NOTA AL
TESTO

BIBLIOGRAFIA

SIGLE

PERSONE

SOGGETTI

Rime


 

 

STUDI



 

ROMEI Orlando



In XXV [I 25] 1 6-8 del rifacimento troviamo:

ma voi ch'avete gl'intelletti sani
mirate la dottrina che s'asconde
sotto queste coperte alte e profonde.

Si tratta di "un'impegnativa (e letterale) citazione dantesca":

O voi ch'avete li 'ntelletti sani,
mirate la dottrina che s'asconde
sotto 'l velame de li versi strani.
               (Inf. IX 61-63)" (p. 13)

"[...] Dante: l'archetipo di quella figura di poeta-teologo - autore di opere che sotto il velo suadente di una bella favola commerciano un'alta e ardua 'dottrina' -, di cui si facevano schermo gli apologeti della poesia [...] contro le accuse dei rigoristi" (p. 13)
 

VIRGILI



Fra i più eccellenti predecessori del Berni si trova sicuramente Dante Alighieri, che si serviva di forme popolari per meglio ritrarre la vita comune e quotidiana. "Il Berni senza dubbio, sopra tutti i suoi predecessori [dette a questa] poesia forma artistica; vi mescolò e sovrappose qualche altra cosa [...], ad esempio una [...] melanconia di pensiero [...]; ma 'la gaiezza spensierata, l'arguzia maliziosa, la mobilità fantastica, l'equivoco, il motto, lo sproposito, ridotti in rima,' la massima parte insomma degli elementi di quello che fu poi detto stile bernesco, 'una letteratura di origini essenzialmente popolane [...], come la fiorentina, li aveva di suo e fin dal suo nascere [DEL LUNGO, Dino Compagni e la sua Cronica, 1879, vol. II, XVI delle Note dantesche, p. 623]'" (p. 190)