2.
Le stanghe delle ruote
 
Le stanghe delle ruote
marachelle delle belle andate
darsi le oceaniche mansioni
simili alle smanie di provarsi
silenti all'ascolto di finalmente
parlare ed oltre addirittura scrivere
versanti di poetiche le sante audacie.
In meno di una darsena la zattera
arenò il nodo in argini di fermo
no standosene senza senso in secca
camicia di contenzione la cantica.

In neri inghippi di panici e fischietti
sàtura l'infanzia mia, mai tutta schietta
la vena della forca di scoprire
senza oltraggio le famiglie del coma.


26/10/00

 
3.
 
Il pigiama nelle unghie il buio darsena
muore l'alunno:
grande il trionfo
la pseudomadre del magma
bigia di granseno.
Le partiture delle rondini
cantano nude
fatiche titaniche
taglie oceaniche
corridoi di cimase
favolistiche forze.
Inguine di volo
la gioia di sedarci.


17/04/00