Banca Dati 'Giulio Rospigliosi' indice

Convegno


 
DAVIDE DAOLMI
“L'arme e gli amori” da Montalbán a Marazzoli

 
Davide Daolmi è laureato in Musicologia (Università di Pavia) e diplomato in Composizione (Conservatorio di Milano). Frequenta il dottorato di ricerca in Storia ed Analisi delle Culture Musicali (Roma 1) con un'indagine sui libretti 'spagnoli' di Rospigliosi, e ha vinto di recente un assegno di ricerca presso il DAMS dell'Università Statale di Milano. Ha pubblicato, fra le altre cose, Le origini dell'opera a Milano (Turnhout, Brepols, 1998), Don Nicola Vicentino. Il beneficio ecclesiastico prima e dopo il Concilio di Trento (Lucca, Lim, 1999) e, con Emilio Sala, ha curato il volume "Quel novo Cario, quel divin Orfeo". Antonio Draghi da Rimini a Vienna (Lucca, Lim, 2000).


  abstract:

  L'organizzazione insolita di un libretto "per musica" come quello de L'armi e gli amori - in diretta connessione con Dal male il bene ma più di questo radicale nelle scelte formali - obbliga a una meditazione sul contesto in cui fu prodotto e sulle esigenze poetiche messe in atto. Proprio il confronto sulle 'alterazioni' drammaturgiche che il libretto di Rospigliosi opera sul precedente spagnolo (Los impeños que se ofrecen di Perez de Montalbán) e le soluzioni musicali adottate dalla partitura di Marco Marazzoli (con particolare riferimento al trattamento del recitativo), non solo offrono una serie di spunti chiave per restituire ragionevolezza agli aspetti meno contigui al coevo dramma per musica, ma insieme rivelano presupposti e finalità - del singolo libretto ma, più in generale, della produzione rospigliosiana - che la 'distanza' storica ha forse potuto occultare.
 
 

Bibliografia
Biografia
Documenti
Epistolario
Opere
Persone
Progetto
Soggetti
Studi
Testi

Avvio