"Cinquecento plurale" è espressione dell'attività di un gruppo di studiosi che hanno in comune interessi, metodi, progetti. L'oggetto delle loro ricerche è un Cinquecento non convenzionale, diverso da quello "canonico" della tradizione critica e storiografica. Il "canone" che si è affermato rischia di impoverire la ricchezza di voci e di esperienze che contraddistinguono - con vivo contrasto - la cultura del sedicesimo secolo. Per questa ragione le ricerche degli studiosi di questo gruppo si orientano di preferenza verso i settori che le autorità egèmoni hanno emarginato, visitando le zone "basse" della satira, della parodia, della pasquinata, del paradosso, o anche le "alte" ma interdette come quella dell'eterodossia. Tutto questo nella convinzione che anche i piani nobili della società culturale possano trarne qualche vantaggioso lume.

       Vedi il Programma


Nel sito - oltre che una sintetica presentazione biografica delle persone coinvolte - si troverà un Archivio, che raccoglie tracce dettagliate delle vicende esperite, i Progetti, in fase di allestimento, un'Agenda, con i prossimi appuntamenti d'area, la Collana editoriale, che ospita i contributi formalizzati, e infine una Bibliografia a più mani della cultura e degli autori trattati.

Una barra navigabile si trova in testa ad ogni pagina, consentendo di raggiungere ogni sezione.